Progetti realizzati

1991-1993

Progetto Vita, del Comune di Castellammare di Stabia, a seguito circolare esplicativa nr. 3112/TAE del 03/05/91, emanata dal Ministero degli Affari Sociali, richiesta di finanziamento, ai sensi dell’art. 127 del T.U. delle Leggi in materia di tossicodipendenze, approvato con D.P.R. 9/10/90 n. 309, Obiettivo progettuale, attuazione Corsi di Formazione in Consulenza e Corso di specializzazione in psicoterapia ad indirizzo Analitico Transazionale

1998

Repertorio n. 828 l’Associazione stipula con l’Asl Na/5 un accordo provvisorio di accreditamento nell’area terapeutica- riabilitativa per la ricettività consentita di n. 30 posti nella struttura residenziale in Via Gesinella 18, in Pimonte

2000

Progetto DEDALO finanziato con il Fondo Lotta alla Droga Legge 86/97 Es. Fin. 96. per l’esercizio finanziario 1996, della Regione Campania, previsto dal bollettino ufficiale Regionale del 31.8.1998 n. 50. Il Progetto realizzato nella struttura in Via De Gasperi 327 messa a disposizione dalla Fondazione Maria Fanelli – Onlus, ha consentito la realizzazione del “Centro di prevenzione e trattamento delle dipendenze”, un luogo da dove partono gli stimoli per promuovere processi di cambiamento sia sociali sia individuali per giovani e famiglie che hanno intrapreso o che sono a “rischio” di dipendenze e/o di altri disturbi giovanili come quelli dell’alimentazione (bulimia anoressia)

2003

Progetto triennale “Diogene”, obiettivo generale è quello di attivare un Centro per le polidipendenze

Certificazione per la qualità dei servizi Iso 9001-2000 per la progettazione ed erogazione di servizi di assistenza, riabilitazione e reinserimento di soggetti con dipendenze patologiche. Ente Certificatore TUV – Italia s.r.l

2004

Ricerca azione sulle dipendenze patologiche

“Percorso socio – riabilitativo integrato per doppia diagnosi”

2005

Progetto “Integra” cod.IT-G2-CAM-0077 legato all’iniziativa Europea Equal. Obiettivo progettuale: favorire l’ingresso del mondo del lavoro a persone svantaggiate

2006

Progetto “Continuum” sulle dipendenze alimentari. Obiettivo progettuale Diagnosi, cura e riabilitazione dei Disturbi del Comportamento Alimentare

“Ricominciare”, obiettivo del progetto è l’inserimento socio-lavorativo di persone con disagio psichico ed ex tossicodipendenti con doppia diagnosi

2008

L’associazione Fanelli gestisce, in partenariato con exASL NA5, un modulo di cura e riabilitazione per i disturbi del comportamento alimentare ha attuato il progetto di prevenzione i cui beneficiari sono stati :adolescenti, genitori, insegnanti rivolto a adolescenti insegnanti “L’isola che c’è” insieme al Consorzio Gesco e la Fondazione O.i.e.r.mo

2010

Quando la fuga diventa trappola obiettivo: programmi individualizzati di recupero per persone con dipendenza patologica

Gli Orti di Schito, bando “Fattorie Sociali”, obiettivo progettuale: promuovere processi di normalizzazione per persone con disagio sociale a rischio di esclusione sociale e supportare l’inserimento lavorativo di persone, pazienti psichiatrici e ex tossicodipendenti.

2012

Spring, bando europeo, obiettivo progettuale: individuare le migliori prassi in materia di tossicodipendenza

Percorsi di Addiction 2 (in corso), Obiettivo: prevenzione dell’uso delle sostanze in ambienti ricreazionali (discoteche pub. ecc…)

D.G.R. 1483/2008. Progetto SAR. Impegno in favore delle Unita’ Mobili della regione Campania. Cap. 7240 U.P.B. 4.15.38 E.F. 2011,all’iniziativa inerente il mese della prevenzione algologica, attività di prevenzione nelle scuole e nei luoghi frequentati dai giovani, attraverso la somministrazione del questionario,”Se lo sai…rispondi?!”

2013

D.G.R. 1483/2008. Progetto SAR. Impegno in favore delle Unita’ Mobili della regione Campania. Cap. 7240 U.P.B. 4.15.38 E.F. 2011,all’iniziativa inerente il mese della prevenzione algologica